TORNA INDIETRO
Meno di un minuto
A cup with

Bruno Slastan

Red clay manager

 

Bruno è Red Clay Manager, il responsabile della manutenzione tutti i campi del Roland-Garros.

 

Di fronte a un cappuccino, racconta la sua giornata lavorativa: alle sei è già sui campi per scoprirli dopo la notte e prepararli agli allenamenti delle otto. Dopo i match occorre risistemarli, lavoro che impiega gran parte della giornata protraendosi fino alle ventuno.

 

 

Il terreno è infatti molto più complesso di quello che si vede in superficie: «è composto da un primo strato normale, seguito da sassi accompagnati da una rete di drenaggio, un livello di scorie, calcare bianco e, solo alla fine, uno strato di mattoni sminuzzati».

 

Bruno ci tiene a specificare che non esistono campi di serie A o B, ognuno è preparato con la stessa cura e dedizione; certo, spiega: «il campo centrale richiede più lavoro a causa delle dimensione, però chi ci lavora può godersi i match migliori». Un impiego che richiede quindi impegno e pazienza, ma che sa dare grandi soddisfazioni grazie all’atmosfera unica che si respira durante il torneo, dove gli addetti ai lavori possono incontrare grandi campioni del presente e del passato.

 

Bruno Slastan
Bruno Slastan

Abbiamo trovato altri articoli che potrebbero interessarti...

MAGAZINE
Roland-Garros 2017

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Gallery Roland-Garros 2018

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Séverine Doyen

A cup with

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Wimbledon 2016

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Roland-Garros 2016

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Australian Open 2016

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
U.S. Open 2016

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
U.S Open 2017

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Wimbledon 2017

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Australian Open 2018

Gallery

SCOPRI DI PIÙ